fare di necessità virtù

Proviamo a elencare le operazioni necessarie per restare anonimi sul web (informazioni dettagliate su qualsiasi guida o filmato online).

Lo so, i puristi potrebbero avere qualcosa da ridire e avrebbero ragione, ma non cambierebbe comunque la logica e la difficoltà nel metterle in pratica.:

1 modificare (spoofing) dell’indirizzo mac address della scheda di rete (si trovano diversi tools in internet);

2 connettersi ad una wifi, possibilmente non la propria, ad esempio una di un locale pubblico che offre la wireless libera (attenzione alle telecamere!!!!);

3 connettersi tramite vpn a server remoti;

4 lanciare Tails (io l’ho virtualizzato su qubes, per questo devo provvedere a modificare la scheda fisica manualmente)

5. connettersi a TOR e navigare

Ecco, ora siamo proiettati sulla DARKNET, siamo anonimi, ma cosa facciamo ora? Per restare anonimi non sono tanto importanti o complessi gli strumenti utilizzati ma il modo in cui “si è”.

Ovviamente ho semplificato il tutto, per esempio: volessimo fare acquisti sul darkweb, dovremmo acquistare bitcoin, ripulirli tramite servizi appositi (Tumbler – pagando delle commissioni), trovare una “terza parte” che ci tuteli nella transazioni (ESCROW), poi ci sarebbe anche la difficoltà nella consegna degli acquisti, se non vogliamo vanificare tutti i nostri sforzi.

Anche perché, una volta avuto accesso alla rete TOR la navigazione è tutt’altro che semplice.

Effettivamente tutti questi sforzi sono comprensibili solo se dietro ci sono valide motivazioni, ad esempio, senza volerne dare un giudizio morale:

  1. acquisto/vendita di prodotti/servizi illegali
  2. proteggersi da eventuali ritorsioni/perseguitazioni
  3. ricerca di materiale/argomenti non disponibili sul clear web

Ovviamente non avrebbe senso accedere e frequentare il deepweb per poi ripetere gli stessi comportamenti e/o azioni che mettiamo in pratica sul clearweb:

No Facebook, no social, no acquisti su amazon: sarebbe assolutamente inutile perseguire l’anonimato nella navigazione per poi connettersi alla propria “cerchia” di amicizie o far consegnare al corriere un paio di scarpe nuovo presso il nostro domicilio.

Tutto è possibile, con la giusta motivazione, ma se la vostra è nascondersi dalla proprie moglie/compagna forse è meglio evitare.